Versão Português English version Version française

COMUNICATI

Birel ART srl - Comunicato n°27

04/04/18 Potenziale confermato per Pizzi, bella scoperta con Nepveu
Birel ART srl - WSK - Super Master Series - Sarno

La WSK Super Master Series si è spostata verso Napoli con una settimana di anticipo rispetto al programma originale per sostituire la prova di Lonato annullata causa neve. Anche se questo appuntamento non era in programma, Birel ART Racing ha approfittato dell'occasione per continuare lo sviluppo del mezzo e dei piloti. Le buone performance hanno premiato gli sforzi fatti da tutti, in particolare nella OK-Junior con il settimo posto di Francesco Pizzi. Il debutto nella competizione europea di Thomas Nepveu è stato molto più che incoraggiante con un incredibile quindicesimo posto in finale.

 

KSP_335_3047A.JPG 

"A Sarno abbiamo dimostrato che il nostro potenziale nella OK-Junior era una realtà", ha dichiarato Davide Forè, team manager di Birel ART Racing. "Eppure le prove di qualificazione non si sono svolte in modo positivo, soprattutto dopo le nostre ottime performance nelle prove libere. I nostri piloti hanno fatto delle manche ottime per conquistare una posizione migliore. Sono deluso dai risultati di Thomas Dijkstra che non è riuscito a qualificarsi nella prefinale a causa di varie penalità che hanno pesato sul suo percorso. Ma la qualificazione di Francesco Pizzi e la rimonta di Thomas Nepveu sono state straordinarie."

 

KSP_416_0138A.JPG 

Partendo con il 26° tempo ottenuto durante le prove cronometrate, Francesco Pizzi ha saputo ridurre il suo handicap fino a conquistare la settima posizione in finale e facendo segnare dei tempi molto convincenti. Indubbiamente il lavoro svolto da Birel ART Racing ha dato i suoi frutti e il team dispone con Pizzi di una bella carta vincente per il Campionato europeo. La performance del canadese Thomas Nepveu merita di essere sottolineata. Nonostante categoria, pneumatici, circuito e avversari fossero una novità, Nepveu è riuscito a rimontare dal 56° posto delle qualifiche al 15° della finale tra gli 81 partecipanti, un vero e proprio exploit che lascia ben sperare per il futuro.

 

KSP_125_1465A.JPG 

"Nella KZ2, Riccardo Longhi ha dovuto affrontare dei problemi di set-up del motore prima di riuscire a disputare una prefinale difficile in condizioni variabili", ha proseguito Davide Forè. "Ha potuto recuperare rimontando fino al settimo posto in finale, riuscendo a far segnare dei tempi molto competitivi. Alexander Dahlberg si è avvicinato alla Top-10, ma un incidente in finale l'ha costretto al ritiro."


Marijn Kremers e Luigi Coluccio hanno disputato la prova con l'handicap di partire nelle retrovie nelle manche a causa dei risultati poco eclatanti nelle prove di qualificazione. Nonostante fossero veloci, il fatto di partire nel gruppo inseguitore non ha semplificato la loro rimonta, in particolare a causa dei numerosi contatti. Kremers è stato fermato da un problema meccanico in finale, mentre Coluccio ha rimontato di undici posizioni dopo essere stato penalizzato per spoiler staccato in prefinale. Era riuscito a rimontare fino al quindicesimo posto in finale prima che un contatto lo facesse retrocedere al 23° posto.


L'ultimo appuntamento della WSK Super Master si preannuncia molto interessante, già dal prossimo week-end sullo stesso circuito di Sarno dove inizieranno due settimane dopo i Campionati europei CIK-FIA delle categorie OK e OK-Junior. Birel ART Racing vuole approfittare dell'occasione per continuare lo sviluppo dell'ottimo potenziale dimostrato in questo inizio stagione.

Gli ultimi comunicati Birel ART srl

Facebook Twitter Google+ Pinterest

Connessione

Partner